News

News

LA DATA DI EFFETTO CIVILISTICO DELLA TRASFORMAZIONE SOCIETARIA E LA SUA INVALIDITA'

Pubblicato il 27 febbraio 2019 alle 09.55



La trasformazione societaria consiste nella modifica del tipo, ed eventualmente della causa, del contratto sociale. Pertanto la data di effetto della trasformazione è il momento a partire dal quale l'impresa assume una nuova veste giuridica.

Il codice civile prevede una diversa data di effetto civilistico della trasformazione in base alla diversa tipologia di quest’ultima:

  • Nella trasformazione omogenea, il Comitato Triveneto dei Notai con la massima K.A.10, ha stabilito che la data naturale di efficacia coincide con quella di iscrizione dell’atto di trasformazione nel registro delle imprese, salva, però, la possibilità di prevedere nell’atto medesimo una diversa decorrenza, purché non antecedente alla predetta data, né posteriore ad essa di oltre 60 giorni;
  • Nella trasformazione eterogenea la data di effetto della trasformazione è rappresentata dal sessantesimo giorno successivo a quello in cui ha luogo l’scrizione dell’atto nel registro delle imprese.

Dal momento in cui la trasformazione si conclude, vi è l'impossibilità di richiedere l'invalidità dell'atto di trasformazione: qualora vi siano dei vizi nel procedimento di trasformazione, un socio o un terzo danneggiati da un illegittimo procedimento di trasformazione non potranno perciò richiedere il ripristino della situazione anteriore, ma avranno diritto al solo risarcimento del danno patito.


HP CONSULTING SRL - COMITATO DI STUDI

Categorie: Diritto societario