News

News

TRASFORMAZIONE SRL UNIPERSONALE - IMPRESA INDIVIDUALE

Pubblicato il 05 marzo 2019 alle 09.30



La questione se la società di capitali possa legittimamente trasformarsi, secondo il nostro ordinamento, in impresa individuale è da sempre oggetto di acceso dibattito con una diversa interpretazione tra il Consiglio Nazionale del Notariato e il Ministero dell'Economia e Sviluppo.

Nel dettaglio il CNN - in accordo con il Notariato Triveneto - ritiene sostanzialmente applicabile per tale fattispecie lo schema della trasformazione eterogenea tra società unipersonale e impresa individuale, determinando in tal senso una continuità dei rapporti giuridici riferita alla prosecuzione dell’impresa in sé considerata, mentre rimarrebbe indifferente la questione della singolarità o pluralità dei soggetti che esercitano l’attività di impresa. I creditori sarebbero comunque salvaguardati nei loro interessi attraverso lo strumento civilistico dell’opposizione.

Nel fornire un’interpretazione ampliativa circa i requisiti e le condizioni di accesso al regime agevolato delle start-up innovative - che esclude il beneficio per i soggetti sorti tramite operazioni comportanti la successione nei rapporti attivi e passivi già facenti capo a un preesistente soggetto -il MISE ha invece ritenuto che:

1) Non sia possibile una trasformazione in senso proprio dell’impresa individuale in società;

2) Non sia possibile una trasformazione da società in impresa individuale;

3) E' possibile una sorta di surrettizia «trasformazione» della ditta individuale in società (S.r.l.), a valere solamente per l’accesso alla normativa sulle start-up innovative. In questo modo, una fattispecie nella quale veniva trasferito un ramo di azienda è stata sostanzialmente «riletta» come ipotesi di sempice variazione statutaria non realizzativa (aprendo la via a un possibile futuro riconoscimento ufficiale della trasformazione individuale-societaria).


HP CONSULTING SRL - COMITATO DI STUDI

Categorie: Diritto societario